Drug-test in azienda: le indicazioni da seguire

Istruzioni per i Datori di Lavoro

 
drug-test

Una delle principali attenzioni che deve porre il datore di lavoro è quella di segnalare i lavoratori che devono essere sottoposti ai drug-test.

Nella compilazione della scheda mansione di ogni lavoratore, per la richiesta al medico competente di visita medica, il titolare deve seguire alcuni criteri:

1) L’effettivo svolgimento della mansione a rischio: per poter sottoporre al controllo sulle tossicodipendenze un lavoratore è necessario attenersi al principio di effettività e cioè che questi svolga effettivamente la mansione a rischio. Un dipendente abilitato alla guida del muletto (a cui è pure stato impartito apposito corso di formazione) ma che di fatto non lo conduce non può essere sottoposto al drug-test. Anche una generica futura decisione del datore di far condurre il mezzo non è sufficiente ad indicare il nominativo al medico competente.

2) Il preavviso: è massimo di 24 ore. Far conoscere al lavoratore la data con un preavviso di una settimana significa invalidare il test.

3) La certezza dell’appartenenza del campione di urina al lavoratore: il medico deve assicurare che il campione raccolto appartenga effettivamente al lavoratore;

4) La privacy del lavoratore risultato positivo: Il medico non può comunicare all’azienda il risultato positivo del test ne informare il datore di lavoro sulla sostanza riscontrata, poiché questo sarebbe una grave violazione del segreto professionale. Il medico si limiterà a rilasciare una NON idoneità alla mansione a rischio anche se il motivo è a quel punto facilmente deducibile.

5) Il reintegro alla mansione: in caso di positività al drug-test la normativa prevede che il lavoratore venga inviato al SERT per la verifica delle condizioni cliniche che necessitano di terapia o trattamenti specifici per la tossicodipendenza in modo da indirizzare la persona verso specifici programmi di cura e riabilitazione.

Ovviamente il lavoratore per il quale sia stato accertato uno stato di tossicodipendenza deve essere subito adibito a mansioni diverse da quelle a rischio.

Per il suo successivo reintegro alla mansione, il percorso di verifica di assenza della tossicodipendenza dovrà essere tassativamente completato prima della riammissione, con acquisizione da parte del SERT di certificazione di assenza di tossicodipendenza.

La presenza eventuale di un solo esito positivo degli accertamenti sanitari condotti dal medico competente durante il cosiddetto monitoraggio cautelativo comporta il mancato reintegro.

E’ possibile non effettuare tutto il percorso di monitoraggio cautelativo e di invio al Sert solo se il titolare intende destinare in via definitiva il lavoratore ad altra mansione non a rischio.

Servizi correlati

Bando SI4.0 2024 - Camera di Commercio di Bergamo, Brescia, Milano Monza Brianza Lodi

Il “Bando SI4.0 2024” promuovel’adozione e lo sviluppo di soluzioni,...
Scopri di più

Bando Export 2024

Il Bando Export 2024 è finalizzato a far crescere la competitività...
Scopri di più

Opportunità dal mondo: selezione delle richieste di prodotti italiani
Giugno 2024

Scopri di più

Opportunità dal mondo: selezione delle richieste di prodotti italiani
Maggio 2024

Scopri di più

Bando Nuova Impresa - Sportello 2024

Regione Lombardia e il Sistema Camerale lombardo attivano lo sportello 2024 del bando...
Scopri di più

Bando Rinnova Veicoli 2024-2025

L’iniziativa è finalizzata a supportare le micro, piccole e medie imprese...
Scopri di più

Bando Internazionalizzazione 2024 - Camera di Commercio di Pavia

Con il Bando Internazionalizzazione 2024, la Camera di Commercio di Pavia intende...
Scopri di più

Bando Up2Circ Horizon Europe per la transizione verso l'economia circolare

Up2Circ è un progetto internazionale, finanziato dal programma Horizon Europe della...
Scopri di più

Bando Ri.Circo.Lo. - Sostegno allo sviluppo dell'economia circolare delle Pmi lombarde della plastica e del tessile

La misura promuove le azioni di economia circolare per conseguire la riduzione e una...
Scopri di più

Contributi per la partecipazione a fiere all’estero e internazionali in Italia 2024

La Camera di Commercio di Varese ha stanziato 150.000 euro a sostegno della partecipazione...
Scopri di più

Bando Investimenti Innovativi 2024 - Camera di Commercio di Pavia

La Camera di Commercio di Pavia sostiene gli investimenti innovativi - innovazione tecnologica,...
Scopri di più

Modello 730 - Pavia

Per il tuo 730 e quello dei tuoi familiari affidati al CAF  (Centro di Assistenza...
Scopri di più

Opportunità dal mondo: selezione delle richieste di prodotti italiani
Marzo 2024

Scopri di più

Pacchetto investimenti Regione Lombardia - Linea Green 2024

La Linea green intende agevolare l’attivazione di investimenti dedicati...
Scopri di più

Pacchetto investimenti Regione Lombardia - Linea Sviluppo aziendale 2024

La Linea Sviluppo aziendale intende agevolare l’attivazione di investimenti di PMI e...
Scopri di più