Gestione dei Fondi Interprofessionali per la Formazione finanziata

Gestisci le risorse del tuo Fondo e finanzia la formazione dei tuoi dipendenti in azienda

Gestione dei Fondi interprofessionali e della formazione finanziata

I Fondi Interprofessionali rappresentano una risorsa straordinaria per la formazione dei dipendenti con costi aziendali ridotti o addirittura azzerati

Sono organismi creati attraverso accordi tra le Parti Sociali e alimentati dai contributi obbligatori che le imprese versano all’INPS ogni mese: le imprese possono scegliere di destinare lo 0,30% di questo contributo ad un Fondo Interprofessionale che lo mette a disposizione per la formazione e l'aggiornamento dei lavoratori. 

Per poter usufruire di queste risorse l'azienda deve aderire, in modo libero e gratuito, ad uno dei Fondi e presentare un Piano formativo per la formazione dei lavoratori. La mancata adesione a un Fondo comporta la perdita del contributo versato e l’impossibilità di utilizzarlo.

I Fondi Interprofessionali sono strumenti molto vantaggiosi per l'azienda: per accedere ai finanziamenti, i consulenti della Formazione Artser ti supportano per l'adesione, la verifica delle risorse disponibili e la predisposizione di Piani formativi personalizzati e su misura.

Fondartigianato - Invito 1/2024: Formarsi per Innovare 

Per promuovere i processi di digitalizzazione, transizione ecologica e sviluppo delle relative competenze, le parti sociali aderenti a Fondartigianato hanno elaborato le nuove Linee di indirizzo dell’Invito 1-2024, che prevede un finanziamento di 26 milioni di euro per incentivare gli investimenti in formazione. Scopri di più 


 

Fondirigenti - Avviso 1/2024 per l’innovazione digitale dei manager

Con l’Avviso n. 1/2024 Fondirigenti intende sostenere le competenze manageriali per la digitalizzazione, finanziando piani formativi. Le proposte  devono rientrare in uno degli ambiti di intervento interessati dalla trasformazione digitale: strategie di sostenibilità, processi aziendali, organizzazione del lavoro e capacità individuali. Scopri di più 


Fondartigianato - Linea 8: contributi per interventi "Just in time"

La Linea 8 dell'Invito 1° - 2023 è destinata al finanziamento di interventi che abbiano caratteristiche di brevità: dalle 32 alle 80 ore di formazione da concludersi entro 6 mesi dall'approvazione del progetto, per un minimo di 3 destinatari per azienda. Scopri di più 


Fondartigianato - Linea 10: contributi per la bilateralità artigiana

La Linea 10 per la Bilateralità Artigiana è una forma di finanziamento ad accesso rapido, destinato alle imprese che aderiscono all’EBNA, l'Ente Bilaterale Nazionale dell’Artigianato, ma non ancora a Fondartigianato. Prevede dalle 40 alle 120 ore di formazione da svolgere in 12 mesi per un minimo di 3 destinatari per azienda. Scopri di più


Fondartigianato - Formazione finanziata per lavoratori in ammortizzatori sociali

I soggetti beneficiari degli interventi previsti dall'Invito 2-2023 sono le aziende aderenti a Fondartigianato i cui lavoratori risultino essere beneficiari di trattamenti di sostegno al reddito. Scopri di più


Fondimpresa - Avviso n. 1/2024 - Formazione a sostegno dell’innovazione

Finanziamenti per la formazione dei lavoratori delle aziende aderenti al Fondo che stanno realizzando un progetto o un intervento di innovazione digitale e/o tecnologica di prodotto e/o di processo. Prevede dalle 40 alle 120 ore di formazione da svolgere in 12 mesi per un minimo di 3 destinatari per azienda. Scopri di più


Fondimpresa - Avviso n. 2/2023 - Competenze di base e trasversali

A disposizione delle aziende un’offerta formativa finalizzata allo sviluppo delle competenze di base e trasversali dei lavoratori. Scopri di più

I principali Fondi Interprofessionali 
Fondartigianato

Fondartigianato è un’associazione riconosciuta costituita da Confartigianato, Cna, Casartigiani, Claai, CGIL, CISL, UIL ed è il primo Fondo autorizzato dal Ministro del Lavoro, con decreto del 31 ottobre del 2001. Fondartigianato è il 4 Fondo su 18 per risorse stanziate per attività formative.

Tra i finanziamenti disponibili rientra il Progetto quadro che permette alle aziende, in tempi molto rapidi, di attivare un corso di formazione aziendale di durata compresa tra le 16 e le 120 ore. Se la formazione coinvolge più partecipanti è possibile attivare un progetto formativo da presentare secondo le scadenze del nuovo Invito di Fondartigianato.
Attraverso i Piani Aziendali di Sviluppo le aziende possono beneficiare di formazione gratuita per i propri dipendenti in modo semplice e rapido, presentando un progetto formativo strutturato che accompagna le transizioni e i cambiamenti aziendali.

Importanti risorse sono dedicate alle imprese che scelgono di cambiare fondo e aderire a Fondartigianato. Queste imprese potranno attivare progetti formativi e corsi di formazione pur non avendo ancora contribuito al Fondo. Un welcome bonus importante che altri Fondi non offrono e che è possibile utilizzare per offrire formazione immediata, veloce e finanziata.

Fondimpresa

Fondimpresa è il Fondo interprofessionale per la formazione continua sottoscritto da Confindustria, Cgil, Cisl e Uil. È aperto alle imprese di ogni settore e dimensione. Le aziende aderenti a Fondimpresa possono utilizzare i finanziamenti per la formazione attraverso due canali principali: con il Conto Formazione grazie a cui ogni impresa può avviare in qualsiasi momento azioni formative su misura, e con il Conto di Sistema grazie al quale l'impresa trova risorse, partner, assistenza. Fondartigianato è il 1° Fondo su 18 per risorse stanziate per attività formative.

I Fondi Dirigenti

I Fondi Dirigenti sono fondi paritetici interprofessionali costituiti dalle parti sociali per promuovere la formazione continua dei dirigenti di azienda. Mettono a disposizione delle imprese aderenti un ventaglio di servizi e strumenti per finanziare piani formativi su misura di ciascuna azienda. Consentono di finanziare corsi di qualsiasi tipologia, finalizzati alla crescita delle competenze dirigenziali e non solo. L’unico costo a carico dell’azienda è quello del lavoro del personale in formazione (quota privata) che dovrà essere pari a un terzo del valore del piano.

Le risorse finanziarie che affluiscono nel Conto Formazione sono a completa disposizione dell’azienda titolare, che può utilizzarle per fare formazione ai propri dirigenti nei tempi e con le modalità che ritiene più opportuni. È possibile utilizzare le risorse in qualsiasi momento dell’anno attraverso la presentazione di un Piano formativo proposto in funzione delle specifiche esigenze aziendali.

I principali Fondi di riferimento sono Fondir (www.fondir.it), Fondirigenti (www.fondirigenti.it), Fondo Dirigenti PMI www.fondodirigentipmi.it.


Come possiamo aiutarti a gestire le tue risorse del Fondo

lente 120x120

Ti aiutiamo a scegliere il Fondo più appropriato e valutiamo le risorse disponibili per la tua azienda.

esigenze formative 120x120

Analizziamo con te le esigenze formative della tua azienda e redigiamo il Piano formativo.

documenti 120x120

Prepariamo i documenti e presentazione il Piano formativo al tuo Fondo per la richiesta di finanziamento.

piano formativo 120x120

Gestiamo i corsi previsti dal Piano durante tutto il suo svolgimento assicurando un'assistenza continua.

rendicontazione 120x120

Seguiamo in tutte le fasi la pratica di finanziamento della formazione fino alla rendicontazione finale.

Domande e risposte
Cosa sono i Fondi Interprofessionali?
I Fondi paritetici Interprofessionali sono organismi creati dai dalle Parti Sociali ovvero tra i sindacati dei lavoratori e i rappresentanti datoriali e sono stati istituiti nel 2000 con la Legge 388 per finanziare la formazione e l'aggiornamento dei lavoratori nelle aziende. Dai dati ANPAL, l'Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro, i Fondi Interprofessionali rappresentano oltre 900 mila aziende circa e 10 milioni di lavoratori, gestendo circa 659 milioni l'anno. Costituiscono il principale strumento di finanziamento della formazione continua in azienda.
Da dove provengono le risorse dei Fondi Interprofessionali?
Attraverso il pagamento dei contributi obbligatori, le aziende versano mensilmente una quota all'INPS - il cosiddetto "contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria". Le imprese possono scegliere di destinare lo 0,30% di tale contributo ad un Fondo Interprofessionale alimentando così le risorse dei Fondi mettendole a disposizione dell’azienda per la formazione dei propri lavoratori. 
Come fanno le imprese ad accedere alle risorse dei Fondi? 
Per accedere alle risorse dei Fondi le imprese devono aderire ad uno dei diversi Fondi Interprofessionali esistenti e presenti un Piano formativo nelle modalità e tempi definiti dal Fondo scelto. Ogni Fondo stabilisce delle modalità per l’utilizzo dei contributi versati e mette a disposizione diversi strumenti di finanziamento. In generale le imprese possono accedere ai finanziamenti per la formazione mediante il Conto Formazione, gli Inviti o Avvisi e i Voucher. 
Che differenza c'è tra Conto Formazione, Avvisi e Voucher formativi?

Il Conto Formazione (o Conto Individuale) è lo strumento con cui ogni singola azienda accantona i propri versamenti e li utilizza per finanziare la formazione dei propri lavoratori. Per le sue caratteristiche, il Conto Formazione è vantaggioso per le aziende più grandi, poiché un numero maggiore di dipendenti equivale ad accantonamenti più alti.
Gli Avvisi, invece, offrono alle aziende risorse aggiuntive rispetto a quelle versate sul proprio Conto. Per tale motivo, gli Avvisi risultano particolarmente utili alle micro e piccole imprese per soddisfare meglio i propri fabbisogni formativi. Per accedere alle risorse messe a disposizione dagli Avvisi, le aziende devono presentare un Piano formativo che sarà oggetto di valutazione. Generalmente, gli Avvisi prevedono una serie di requisiti che stabiliscono le caratteristiche che le aziende devono avere per poter fare richiesta di finanziamento, le tematiche oggetto della formazione, le categorie di lavoratori che possono partecipare alla formazione, etc.
Alcuni Fondi Interprofessionali, infine, mettono a disposizione specifiche modalità per l’acquisto di corsi a catalogo tramite lo strumento del Voucher formativo, utile in particolare per finanziare la partecipazione di un dipendente ad un corso specifico.

Come fa un'impresa ad aderire a un Fondo Interprofessionale?

L’adesione ad un Fondo Interprofessionale avviene tramite flusso Uniemes (DM10) che va trasmesso all’Inps. L’iscrizione ai Fondi Interprofessionali non comporta alcun costo aggiuntivo per l’azienda, in quanto il contributo dello 0,30% viene comunque versato. Le imprese possono aderire a qualsiasi Fondo indipendentemente dal loro settore o dimensione. L’adesione può avvenire ogni mese tramite il modello Uniemens (DM10) INPS. È possibile anche il passaggio da un Fondo Interprofessionale all’altro mediante revoca, destinando successivamente il contributo al nuovo Fondo. Ciascuna azienda può risultare aderente ad un solo Fondo. I datori di lavoro possono aderire ad un secondo Fondo solo per la formazione dei dirigenti, scegliendo tra i Fondi costituiti a tale scopo.

Quanti Fondi Interprofessionali esistono?

In Italia sono attualmente operativi 19 Fondi Interprofessionali, ognuno con proprie caratteristiche e modalità:

Fapi - Fondo formazione piccole medie imprese
Fba - Fondo Banche Assicurazioni
FonARCom
Fon.Coop
FondArtigianato
Fond.E.R. - Fondo Enti Religiosi
Fondimpresa
Fondir
Fondirigenti
FondItalia - Fondo Formazione Italia
Fondo conoscenza
Fondo Dirigenti PMI
Fondolavoro
Fondoprofessioni
Fonservizi - Fondo formazione servizi pubblici industriali
Fonter
For.agri
FormAzienda
For.Te.

Quali criteri utilizzare per la scelta di un Fondo? 
Nella scelta del Fondo Interprofessionale l'imprenditore può considerare diversi fattori come il CCNL applicato, o il  si può legare la decisione il settore di appartenenza. Ma l’elemento più importante è la classe dimensionale dell’azienda. Le aziende di maggiori dimensioni possono optare per i Fondi che prevedono un Conto Formazione poiché gli accantonamenti sono sufficienti per soddisfare i propri fabbisogni formativi. Le micro e piccole imprese possono scegliere un Fondo che prevede la pubblicazione frequente di Avvisi con i quali accedere a risorse extra rispetto a quelle accantonate.
Quali attività si possono finanziare con le risorse dei Fondi? 
È possibile finanziare qualsiasi tipo di corso di formazione, in presenza, online e in modalità e-learning. È possibile presentare piani formativi che includono corsi aziendali o individuali per qualsiasi esigenza. In pratica tutte le attività di formazione che avvengono in azienda normalmente a seguito di un investimento (macchinario, strumenti, software...), l'adeguamento di un sistema di gestione (Green transition, certificazioni ISO, ecc) o l'introduzione di un nuovo processo o area di business possono essere finanziate dai Fondi Iterprofessionali. 
Le attività formative finanziabili possono riguardare la digitalizzazione (per la transizione, i software gestionali ERP e CRM), la green transition e i sistemi di gestione (certificazioni ambientali ESG, sistemi organizzativi come la Lean, le certificazioni di Qualità ISO), l'internazionalizzazione (corsi di lingue, gestione del cliente estero, normative estere, marketing), e per la qualificazione delle competenze aziendali (utilizzo nuovi macchinari, strategie commerciali, progettazione, pianificazione strategica). 

Cosa puoi fare con i Fondi Interprofessionali

Ridurre sensibilmente i costi aziendali per la formazione.

Aumentare la competitività dell’impresa e del tuo team.

Costruire piani formativi su misura e adeguati ai bisogni della tua azienda.

Valorizzare le competenze dei tuoi dipendenti e aumentare il know-how aziendale.

Servizi correlati

Piani formativi aziendali su misura per la tua impresa

Artser  vanta una solida e pluriennale esperienza nei servizi di formazione per le...
Scopri di più

Corsi e percorsi per lo sviluppo d'impresa

Obiettivo dei percorsi formativi di Artser è lo  sviluppo organizzativo e...
Scopri di più

Bando Formare per Assumere 2022-2023

Regione Lombardia ha approvato la seconda edizione del  bando “Formare per...
Scopri di più

Libretto formativo aziendale

Il Libretto Formativo Aziendale è il documento sul quale vengono registrate tutte le...
Scopri di più

Contributi a fondo perduto per la formazione 2022 - 2023

Con i contributi a fondo perduto messi a disposizione da Camera di Commercio di Varese per...
Scopri di più

Contributi Formazione 2022/2023: scegli i corsi finanziati per te e i tuoi dipendenti

Scegli di aggiornarti e di ridurre i costi con i contributi messi a disposizione dalla...
Scopri di più

Formazione per l'apprendistato professionalizzante

Il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato che si...
Scopri di più

IPE - Imprese di Provata Eccellenza

IPE: Imprese di Provata Eccellenza. Scegli la formazione di eccellenza, qualifica il...
Scopri di più

Bandi, contributi, agevolazioni e servizi finanziari per la tua impresa

Ti aiutiamo a sviluppare il tuo progetto  individuando bandi,...
Scopri di più

Certificazione F-Gas e gestione Banca Dati

La certificazione F-Gas o "Patentino Frigoristi" è un documento obbligatorio ...
Scopri di più

Formazione Rischi specifici - Aggiornamento Lavoratori

La cultura della sicurezza in azienda è un processo di formazione continua che integra...
Scopri di più

Consulenza del lavoro

Affianchiamo i datori di lavoro nella scelta del giusto contratto di lavoro, per ridurre i...
Scopri di più

Corsi Export - Fare business in Medio Oriente, Negoziazione ed Export Control
| Seconda edizione |

L’Area Business Internazionale e la Scuola di Formazione Artser offrono alle imprese...
Scopri di più