Il comporto ordinario a un lavoratore disabile costituisce una discriminazione

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza n. 9095/2023

 
handicap

L’applicazione dell’ordinario periodo di comporto ad un lavoratore disabile rappresenta una discriminazione indiretta, dal momento che questo è esposto al rischio di ulteriori assenze per malattia collegata alla disabilità. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza n. 9095/2023.

I fatti di causa

Il Lavoratore, portatore di handicap con capacità lavorativa ridotta del 75% ed addetto ai servizi di igiene urbana, veniva licenziato per superamento del periodo di comporto. Il licenziamento veniva impugnato in quanto ritenuto discriminatorio poiché le malattie in cui era incorso il lavoratore erano riconducibili al suo stato di disabilità.

La sentenza della Corte di Cassazione

La Suprema Corte di Cassazione riferisce, in via preliminare, della meritevolezza della scelta della contrattazione collettiva di fissare un limite massimo in termine di giorni di assenza per malattia del lavoratore in quanto espressione della legittima volontà di combattere i fenomeni di assenteismo.

Tuttavia, a parere della Corte, tale finalità deve essere attuata con mezzi appropriati e necessari, e quindi proporzionati, ragione per cui, la mancata considerazione dei rischi di maggiore morbilità del lavoratore disabile, proprio in conseguenza della disabilità, trasmuta il criterio apparentemente neutro del computo del periodo di comporto in una prassi discriminatoria nei confronti dei lavoratori disabili, lavoratori invece meritevoli di particolare protezione sociale.

Pertanto, qualora i termini del comporto vengano applicati indifferentemente a lavoratori normodotati e disabili, senza prendere in considerazione la maggiore vulnerabilità dei soggetti portatore di handicap, la loro posizione di svantaggio non riceve una tutela adeguata, integrando di fatto una discriminazione indiretta avverso i lavoratori disabili.

Sempre a parere della Corte di Cassazione, la discriminazione opera in modo oggettivo ed è irrilevante l’intento soggettivo dell’autore. Non ha altresì alcun valore l’assunto del datore di lavoro di non essere stato messo al corrente del motivo delle assenze del lavoratore poiché i certificati medici inviati dal lavoratore disabile al datore di lavoro non riportavano la malattia.

La discriminazione, infatti, opera in maniera obiettiva, ovvero in ragione del mero rilievo del trattamento deteriore riservato al lavoratore quale effetto della sua appartenenza alla categoria protetta, ed a prescindere dalla volontà illecita del datore di lavoro.

Servizi correlati

Consulenza del lavoro

Affianchiamo i datori di lavoro nella scelta del giusto contratto di lavoro, per ridurre i...
Scopri di più

Consulenza legale e giuslavoristica

Gestire i cambiamenti e le trasformazioni aziendali comporta risvolti giuridico-legali sempre...
Scopri di più

Consulenza per la riorganizzazione aziendale

La riduzione dei costi per la tua azienda passa anche dalla gestione e dalla ...
Scopri di più

Licenziamenti e conciliazione

Assistenza alle aziende nei momenti di crisi aziendale tramite consulenza e gestione...
Scopri di più

Consulenza giuslavoristica e sindacale

Leggi, regolamenti, contratti cambiano in continuazione. Per gestire questa complessità,...
Scopri di più

Bando Formare per Assumere 2022-2023

Regione Lombardia ha approvato la seconda edizione del  bando “Formare per...
Scopri di più

Formazione per l'apprendistato professionalizzante

Il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato che si...
Scopri di più

Ricerca del personale

Riuscire a selezionare i collaboratori che siano in linea con le aspettative...
Scopri di più

Valutazione rischio gestanti e lavoratrici madri

Rischio, prevenzione e tutela delle lavoratrici. La tutela delle lavoratrici madri e gestanti...
Scopri di più

Consulenza per la sicurezza in azienda

Ti sosteniamo e troviamo le soluzioni più adeguate, con continuità nel...
Scopri di più

Medicina del Lavoro

La medicina del lavoro per un’azienda è uno strumento determinante, che va...
Scopri di più

Smart working o lavoro agile

Lo  smart working o “lavoro agile”  è una maggiore ...
Scopri di più

Paghe Online - MYeBox

La soluzione smart per l’amministrazione del personale. I cedolini paghe dei tuoi...
Scopri di più

Formazione obbligatoria dipendenti CCNL Metalmeccanica Industria

Il CCNL Metalmeccanica Industria prevede che, per supportare lo sviluppo delle competenze...
Scopri di più