Affitti brevi: in arrivo il Codice Identificativo Nazionale

Il CIN è assegnato previa richiesta da parte del locatore

 
shutterstock 2259606657

L’art. 13-ter D.L. 145/2023 ha previsto che il Ministero del Turismo assegni un Codice identificativo nazionale (CIN) alle unità immobiliari a uso abitativo destinate a contratti di locazione per finalità turistiche, alle unità immobiliari a uso abitativo destinate alle locazioni brevi e alle strutture turistico-ricettive alberghiere ed extralberghiere.

Il CIN è assegnato previa presentazione in via telematica di una richiesta da parte del locatore, ovvero del soggetto titolare della struttura turistico-ricettiva. Le disposizioni si applicano a decorrere dal 60° giorno successivo a quello della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’avviso attestante l’entrata in funzione della banca dati nazionale e del portale telematico del Ministero del turismo per l’assegnazione del CIN.

La procedura  per richiedere l’assegnazione del CIN al momento non è ancora attiva, poiché la piattaforma web dedicata deve ancora essere pubblicata. Si attendono quindi comunicazioni più precise da parte del Ministero del Turismo sull’attivazione effettiva del portale online.

Cedolare secca - Contatti di locazione breve 

Ai redditi derivanti dai contratti di locazione breve si applicano le disposizioni sulla cedolare secca per gli affitti (art. 3 D.lgs 23/2011, con l'aliquota del 26% in caso di opzione per l'imposta sostitutiva nella forma della cedolare secca.

Si definiscono locazioni brevi i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo di durata non superiore a 30 giorni

L'aliquota è ridotta al 21% per i redditi derivanti dai contratti di locazione breve relativi a una unità immobiliare individuata dal contribuente in sede di dichiarazione dei redditi. 

Attività di intermediazione immobiliare

I soggetti residenti nel territorio dello Stato che esercitano attività di intermediazione immobiliare, nonchè quelli che gestiscono portali telematici mettendo in contatto persone che dispongono di unità immobiliari da locare, qualora incassino i canoni o i corrispettivi relativi ai contratti di locazione breve o sublocazione, ovvero intervengano nel pagamento dei predetti canoni o corrispettivi, operano, in qualità di sostituti d'imposta, una ritenuta d'acconto del21% sull'ammontare dei canoni e corrispettivi all'atto del pagamento al beneficiario e provvedono al relativo versamento.

I soggetti non residenti in possesso di una stabile organizzazione in Italia adempiono agli obblighi tramite la stabile organizzazione.
I soggetti residenti al di fuori dell'Unione Europea, in possesso di una stabile organizzazione in uno stato membro dell'Unione Europea adempiono agli obblighi tramite la stabile organizzazione; qualora gli stessi soggetti siano riconosciuti privi di stabile organizzazione in uno stato membro dell'Unione Europea nominano un rappresentante fiscale individuato tra i soggetti indicati nell'art. 23 Dpr 600/1973. 

I soggetti residenti in uno stato membro dell'Unione Europea, privi di stabile organizzazione in Italia, possono adempiere direttamente agli obblighi ovvero nominare, quale responsabile d'imposta, un rappresentante fiscale individuato tra i soggetti indicati nell'art. 23 Dpr 600/1973. 

Codice Identificativo Nazionale (CIN)

Al fine di assicurare la tutela della concorrenza e della trasparenza del mercato e per contrastare forme irregolari di ospitalità, il Ministero del Turismo assegna, tramite apposita procedura automatizzata, un codice identificativo nazionale (CIN) alle unità immobiliari ad uso abitativo destinate a contratti di locazione per finalità turistiche, alle unità immobiliari ad uso abitativo destinate alle locazioni brevi (art. 4 Dl 50/2017) e alle strutture turistico-ricettive alberghiere ed extralberghiere definite ai sensi delle vigenti normative regionali e delle provincia autonome di Trento e Bolzano e detiene e gestisce la relativa banca dati. 

Violazioni e sanzioni

Il titolare di una struttura turistico-ricettiva alberghiera o extralberghiera priva di CIN o chiunque propone o concede in locazione, per finalità turistiche o locazioni brevi, unità immobiliari o porzioni prive di CIN sono sanzionate con una somma da 800 a 8.000 euro, in relazione alle dimensioni della struttura o dell'immobile.

Per la mancata esposizione e indicazione del CIN da parte dei soggetti, la sanzione ammonta da 500 a 5.000 euro in relazione alle dimensioni della struttura o dell'immobile, per ciascuna struttura o unità immobiliare per la quale è stata accertata la violazione. e l'immediata rimozione dell'annuncio irregolare pubblicato.

Chiunque conceda in locazione unità immobiliari ad uso abitativo per finalità turistiche o locazioni brevi prive dei requisiti richiesti, in caso di esercizio delle forme imprenditoriali: in assenza dei requisiti di sicurezza degli impianti, le sanzioni sono quelle previste dalla normativa statale o regionale; in assenza dei dispositivi richiesti la sanzione pecuniaria va da 600 a 6.000 euro per ciascuna violazione accertata.

Per l'esercizio dell'attività di locazione per finalità turistiche o locazioni brevi in forma imprenditoriale in assenza della SCIA la sanzione ammonta da 2.000 a 10.000 euro in relazione alle dimensioni della struttura o dell'immobile. 


Servizi correlati

Consulenza gestionale

Seguiamo l’azienda in ogni suo passo per definire le aree di forza, consigliarla su...
Scopri di più

Consulenza fiscale

Commercialisti, consulenti e professionisti nella gestione tributaria e fiscale, a disposizione...
Scopri di più

Fatturazione Elettronica - MYeBox

Fatturazione elettronica , uno strumento innovativo per la gestione dei corrispettivi...
Scopri di più

Regimi contabili

Il regime contabile di un’impresa, lavoratore autonomo o professionista, può...
Scopri di più

Redazione di bilancio

I nostri commercialisti accompagnano le aziende, di qualsiasi dimensioni esse siano, in una...
Scopri di più

Credito agevolato e contributi

Assistiamo le imprese ad  accedere alle agevolazioni  al credito e ai bandi previsti...
Scopri di più

Check-up e analisi finanziaria

Consulenti esperti visitano le imprese e ne analizzano redditività,...
Scopri di più

Scontrino Elettronico - MYeBox

Memorizzare elettronicamente e trasmettere telematicamente i dati relativi ai corrispettivi...
Scopri di più

Servizio mod. 730 - Assistenza ai dipendenti come benefit aziendale

Il CAF di Confartigianato propone alle imprese l'opportunità di offrire ai...
Scopri di più

Bando Up2Circ Horizon Europe per la transizione verso l'economia circolare

Up2Circ è un progetto internazionale, finanziato dal programma Horizon Europe della...
Scopri di più

Bando Ri.Circo.Lo. - Sostegno allo sviluppo dell'economia circolare delle Pmi lombarde della plastica e del tessile

La misura promuove le azioni di economia circolare per conseguire la riduzione e una...
Scopri di più

Contributi per la partecipazione a fiere all’estero e internazionali in Italia 2024

La Camera di Commercio di Varese ha stanziato 150.000 euro a sostegno della partecipazione...
Scopri di più

Bando Investimenti Innovativi 2024 - Camera di Commercio di Pavia

La Camera di Commercio di Pavia sostiene gli investimenti innovativi - innovazione tecnologica,...
Scopri di più

Modello 730 - Pavia

Per il tuo 730 e quello dei tuoi familiari affidati al CAF  (Centro di Assistenza...
Scopri di più