Fatture elettroniche: nuove specifiche tecniche dal 1° febbraio 2024

L'Agenzia delle Entrate ha fornito la nuova versione 1.8 con modifiche e implementazioni

 
FE fattura elettronica

L’Agenzia delle Entrate ha fornito le nuove Specifiche tecniche (ver. 1.8) della fatturazione elettronica, utilizzabili dal prossimo 1° febbraio 2024.
Le modifche, rispetto alla versione precedente (ver. 1.7.1), riguardano la compilazione della fattura elettronica da parte:

  • dei produttori agricoli che applicano il regime IVA speciale di cui all’art. 34, DPR n. 633/72;
  • dei fornitori per le operazioni non imponibili IVA in presenza della dichiarazione d’intento rilasciata da un esportatore abituale;
  • dell’acquirente / committente italiano che ha ricevuto una fattura cartacea con IVA da un cedente / fornitore sammarinese, identificato in Italia, che ha erroneamente utilizzato la partita IVA italiana.

Si segnala inoltre che, nell’ambito dei dati anagrafici dell’acquirente / committente per il quale è stata indicata la partita IVA, in sede di controllo, per i soggetti italiani (codice Paese “IT”), il Sistema verifica la presenza in Anagrafe Tributaria della partita IVA (non del codice fiscale come previsto in precedenza).

Fatture non imponibili IVA ad esportatori abituali

In applicazione delle misure finalizzate alla ricerca dei “falsi esportatori”, nella fattura relativa ad operazioni non imponibili IVA in quanto effettuate nei confronti di un esportatore abituale che ha rilasciato la dichiarazione d’intento ai sensi dell’art. 8, comma 1, lett. c), DPR n. 633/72, oltre ai consueti dati:

  • nel campo “TipoDato” va indicato “INTENTO”;
  • nel campo “RiferimentoData” va riportata la data della ricevuta telematica rilasciata dall’Agenzia delle Entrate riportante il numero di protocollo della dichiarazione d’intento;
  • nel campo “RiferimentoTesto” va riportato:
    - il numero di protocollo di ricezione della dichiarazione d’intento;
    - il progressivo della dichiarazione d’intento.
    I due dati vanno indicati nel predetto campo separati dal segno “-” oppure “/”.

Le Specifche tecniche prevedono ora che, se la dichiarazione d’intento indicata in fattura risulta invalidata, il file fattura viene scartato con codice errore “00477.

Verifica esistenza Partita Iva acquirente / commitente italiano 

Come sopra accennato, in sede di controllo, nell’ambito dei dati anagrafici del destinatario della fattura (acquirente / committente), in caso di indicazione della partita IVA di quest’ultimo, il Sistema verifica la presenza in Anagrafe Tributaria di tale numero quale partita IVA (non quale codice fiscale come previsto in precedenza).
Conseguentemente, se il numero indicato non risulta presente tra le partite IVA registrate in Anagrafe Tributaria, il file fattura viene scartato con codice errore “00305”.

Tipo documento TD28 (operazioni cn RSM) 

Con riferimento alle fatture cartacee con addebito dell’IVA emesse da un cedente / prestatore sammarinese ad un acquirente / committente italiano, per le quali l’acquirente / committente italiano predispone e invia a SdI un Tipo Documento TD28 per assolvere l’esterometro, le Specifche tecniche precisano ora che:

  • nel campo “Numero” è consigliabile utilizzare una numerazione progressiva scelta dal mittente (ad esempio, il protocollo del registro acquisti);
  • nel campo “DatiFattureCollegate” va indicato il numero e la data della fattura cartacea originale emessa dal fornitore sammarinese.

Le nuove Specifche tecniche prevedono inoltre che il Tipo Documento TD28 può essere utilizzato per assolvere l’esterometro anche nel caso previsto dell’art. 6, comma 9-bis.1, D.Lgs. n. 471/97, in cui l’acquirente / committente italiano, anzichè ricevere una fattura senza IVA in applicazione del reverse charge, riceva una fattura cartacea con addebito dell’imposta da parte di un fornitore sammarinese, identificato in Italia, che ha erroneamente utilizzato la propria partita IVA italiana.
In tal caso, ai fini della compilazione, è specifcato che:

  • nei campi riservati al cedente / prestatore vanno indicati i dati relativi all’operatore sammarinese (non quelli della posizione IVA italiana erroneamente riportati nella fattura cartacea);
  • nel campo “DatiFattureCollegate” va indicato il numero e la data della fattura cartacea originale emessa dal fornitore sammarinese;
  • l’imponibile e l’imposta vanno indicati come risultanti nella fattura cartacea ricevuta.

 

Servizi correlati

Consulenza gestionale

Seguiamo l’azienda in ogni suo passo per definire le aree di forza, consigliarla su...
Scopri di più

Consulenza fiscale

Commercialisti, consulenti e professionisti nella gestione tributaria e fiscale, a disposizione...
Scopri di più

Fatturazione Elettronica - MYeBox

Fatturazione elettronica , uno strumento innovativo per la gestione dei corrispettivi...
Scopri di più

Regimi contabili

Il regime contabile di un’impresa, lavoratore autonomo o professionista, può...
Scopri di più

Redazione di bilancio

I nostri commercialisti accompagnano le aziende, di qualsiasi dimensioni esse siano, in una...
Scopri di più

Check-up e analisi finanziaria

Consulenti esperti visitano le imprese e ne analizzano redditività,...
Scopri di più

Scontrino Elettronico - MYeBox

Memorizzare elettronicamente e trasmettere telematicamente i dati relativi ai corrispettivi...
Scopri di più

Pacchetto investimenti Regione Lombardia - Linea Green 2024

La Linea green intende agevolare l’attivazione di investimenti dedicati...
Scopri di più

Pacchetto investimenti Regione Lombardia - Linea Sviluppo aziendale 2024

La Linea Sviluppo aziendale intende agevolare l’attivazione di investimenti di PMI e...
Scopri di più

Bando a sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell'agroalimentare italiano

La misura è finalizzata a promuovere e sostenere le imprese di eccellenza nei settori...
Scopri di più

Bonus Export Digitale Plus

Contributi in forma di bonus, finalizzati a sviluppare l’attività di...
Scopri di più

Bando Connessi 2024 (Milano, Monza Brianza e Lodi)

La misura ha lo scopo di sostenere lo sviluppo commerciale sui mercati esteri attraverso la...
Scopri di più

Bando Brevetti 2023 - Regione Lombardia

La misura ha lo scopo di sostenere le micro, piccole e medie imprese (PMI) o liberi...
Scopri di più

Bando FAI Credito 2023 II edizione - Camera di Commercio di Pavia

Per prevenire le crisi di liquidità delle MPMI la Camera di Commercio di Pavia promuove...
Scopri di più