Congedo genitori 2021 lavoratori dipendenti: chiarimenti dall'Inps

Congedo indennizzato al 50% a chi ha figli di età inferiore a 14 anni o con disabilità grave

 
congedo genitori

Nuove indicazioni relative alla fruizione del cosiddetto "Congedo genitori 2021" previsto dal D.l 30/2021, arrivano dall'Inps con Circolare del 14 aprile 2021.

Con richiesta al datore di lavoro, i lavoratori possono fruire dei giorni di congedo indennizzato, per i figli di età inferiore a 14 anni o con disabilità grave,  per il periodo corrispondente alla durata

  • dell’infezione da SARS Covid-19,
  • della quarantena da contatto del figlio ovunque avvenuto, o
  • del periodo di sospensione dell’attività didattica in presenza,
  • di chiusura del centro diurno assistenziale ricadenti nell’arco temporale dal 13 marzo  al 30 giugno 2021.

Il congedo, indennizzato al 50% della retribuzione, può essere fruito da uno solo dei genitori o da entrambi, ma non negli stessi giorni sia in caso di figli minori di 14 anni che con disabilità grave. 

I destinatari del Congedo 2021 sono i genitori lavoratori dipendenti che non possono svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile. Sono esclusi dalla misura sia i genitori lavoratori autonomi sia i genitori iscritti alla Gestione separata INPS.

Il D.l 30/2021 ha previsto per i genitori di figli fra i 14 e i 16 anni, il diritto di astenersi dal lavoro senza corresponsione di retribuzione, né riconoscimento di contribuzione figurativa, con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro. In questi casi però, le domande di astensione dal lavoro devono essere presentate ai datori di lavoro e non all’Inps.

Gli eventuali congedi richiesti ai sensi del D.Lgs. 151/2001 fruiti nel periodo 1° gennaio 2021 - 12 marzo 2021 possono essere convertiti, a domanda, nel Congedo 2021 per genitori e non sono computati e indennizzati a titolo di congedo parentale. A tal fine è opportuno che venga data tempestiva comunicazione al datore di lavoro al fine della corretta corresponsione dell’indennità al 50% della retribuzione in luogo di quella al 30% prevista dal T.U. maternità.

Servizi correlati

Consulenza del lavoro

Affianchiamo i datori di lavoro nella scelta del giusto contratto di lavoro, per ridurre i...
Scopri di più

Consulenza legale e giuslavoristica

Gestire i cambiamenti e le trasformazioni aziendali comporta risvolti giuridico-legali sempre...
Scopri di più

Bando Formare per Assumere 2022-2023

Regione Lombardia ha approvato la seconda edizione del  bando “Formare per...
Scopri di più

Formazione per l'apprendistato professionalizzante

Il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato che si...
Scopri di più

Ricerca del personale

Riuscire a selezionare i collaboratori che siano in linea con le aspettative...
Scopri di più

Consulenza per la sicurezza in azienda

Ti sosteniamo e troviamo le soluzioni più adeguate, con continuità nel...
Scopri di più

Valutazione rischio gestanti e lavoratrici madri

Rischio, prevenzione e tutela delle lavoratrici. La tutela delle lavoratrici madri e gestanti...
Scopri di più

Medicina del Lavoro

La medicina del lavoro per un’azienda è uno strumento determinante, che va...
Scopri di più

Smart working o lavoro agile

Lo  smart working o “lavoro agile”  è una maggiore ...
Scopri di più

Paghe Online - MYeBox

La soluzione smart per l’amministrazione del personale. I cedolini paghe dei tuoi...
Scopri di più

Formazione obbligatoria dipendenti CCNL Metalmeccanica Industria

Il CCNL Metalmeccanica Industria prevede che, per supportare lo sviluppo delle competenze...
Scopri di più

Consulenza per la riorganizzazione aziendale

La riduzione dei costi per la tua azienda passa anche dalla gestione e dalla ...
Scopri di più

Cassa Edile e Gestione Payroll in Edilizia

Con il nostro servizio puoi utilizzare tutti i vantaggi dell’iscrizione alla Cassa...
Scopri di più

Consulenza giuslavoristica e sindacale

Leggi, regolamenti, contratti cambiano in continuazione. Per gestire questa complessità,...
Scopri di più