Garante Privacy: il dipendente ha il diritto di accedere ai propri dati personali

Accolto il reclamo di una lavoratrice che aveva chiesto al ex datore di lavoro di accedere al proprio fascicolo

 
privacy dati personali

Il dipendente ha il diritto di accedere ai propri dati personali, conservati dal datore di lavoro, a prescindere dal motivo della richiesta.

A ribadirlo è il Garante per la protezione dei dati personali accogliendo il reclamo ex art. 77 del Regolamento (UE) 2016/679 in materia di protezione dei dati personali presentato da una lavoratrice che aveva chiesto alla banca, sua ex datrice di lavoro, di accedere al proprio fascicolo personale per conoscere quali informazioni avevano potuto dar luogo al procedimento disciplinare azionato nei suoi confronti.

Nel caso in esame l’istituto bancario non aveva dato idoneo riscontro alla richiesta, fornendo un elenco incompleto della documentazione raccolta e omettendo alcune informazioni in base alle quale era stata comminata la sanzione.

Solo a seguito dell’avvio istruttoria da parte del Garante, la banca aveva consegnato all’ex dipendente l’ulteriore documentazione, contenuta nel fascicolo personale. In particolare, si trattava della corrispondenza intrattenuta con una terza persona, che lamentava l’illecita comunicazione di informazioni riservate del marito correntista alla lavoratrice, che le aveva utilizzate nell’ambito di un procedimento giudiziario. La banca, nelle note di riscontro al Garante, aveva motivato la mancata iniziale esibizione di tale documentazione per le implicazioni che ne sarebbero derivate al diritto di difesa e alla tutela della riservatezza del terzo.

Al riguardo il Garante ha osservato che, in via generale, il diritto di accesso ha lo scopo di consentire all’interessato di avere il controllo sui propri dati personali e di verificarne l’esattezza. Tale diritto, tuttavia, non può essere negato o limitato a seconda della finalità della richiesta.

Infatti, in base alle disposizioni del Regolamento, non è chiesto agli interessati di indicare un motivo o una particolare esigenza per giustificare le proprie richieste di esercizio dei diritti, né il titolare del trattamento può verificare i motivi della richiesta. Tale interpretazione è stata chiarita anche dal Comitato europeo per la protezione dei dati (EDPB) mediante l’approvazione delle Linee guida sul diritto di accesso ed è frutto di un costante orientamento giurisprudenziale della Corte di Giustizia.

In considerazione di quanto sopra esposto, il Garante ha inflitto all’istituto di credito una sanzione amministrativa pecuniaria di euro 20.000. E nel determinare l’entità della sanzione, ha tenuto conto della natura, della gravità e della durata della violazione nonché dell’assenza di precedenti analoghi.


Servizi correlati

Consulenza gestionale

Seguiamo l’azienda in ogni suo passo per definire le aree di forza, consigliarla su...
Scopri di più

Privacy

L’obbligo di adeguamento riguarda tutte le aziende di ogni ordine e grado. Anche la...
Scopri di più

Opportunità dal mondo: selezione delle richieste di prodotti italiani
Maggio 2024

Scopri di più

Bando Nuova Impresa - Sportello 2024

Regione Lombardia e il Sistema Camerale lombardo attivano lo sportello 2024 del bando...
Scopri di più

Bando Rinnova Veicoli 2024-2025

L’iniziativa è finalizzata a supportare le micro, piccole e medie imprese...
Scopri di più

Bando Internazionalizzazione 2024 - Camera di Commercio di Pavia

Con il Bando Internazionalizzazione 2024, la Camera di Commercio di Pavia intende...
Scopri di più

Bando Up2Circ Horizon Europe per la transizione verso l'economia circolare

Up2Circ è un progetto internazionale, finanziato dal programma Horizon Europe della...
Scopri di più

Bando Ri.Circo.Lo. - Sostegno allo sviluppo dell'economia circolare delle Pmi lombarde della plastica e del tessile

La misura promuove le azioni di economia circolare per conseguire la riduzione e una...
Scopri di più

Contributi per la partecipazione a fiere all’estero e internazionali in Italia 2024

La Camera di Commercio di Varese ha stanziato 150.000 euro a sostegno della partecipazione...
Scopri di più

Bando Investimenti Innovativi 2024 - Camera di Commercio di Pavia

La Camera di Commercio di Pavia sostiene gli investimenti innovativi - innovazione tecnologica,...
Scopri di più

Modello 730 - Pavia

Per il tuo 730 e quello dei tuoi familiari affidati al CAF  (Centro di Assistenza...
Scopri di più

Opportunità dal mondo: selezione delle richieste di prodotti italiani
Marzo 2024

Scopri di più

Pacchetto investimenti Regione Lombardia - Linea Green 2024

La Linea green intende agevolare l’attivazione di investimenti dedicati...
Scopri di più

Pacchetto investimenti Regione Lombardia - Linea Sviluppo aziendale 2024

La Linea Sviluppo aziendale intende agevolare l’attivazione di investimenti di PMI e...
Scopri di più