Trabattelli: INAIL aggiorna di nuovo il quaderno tecnico per cantieri temporanei o mobili

Focus sulla designazione e la marcatura dei trabattelli e le risposte alle domande sulla conformità normativa

 
trabattelli INAIL

I Quaderni Tecnici per i cantieri temporanei o mobili, pubblicati in questi anni dal Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici dell’INAIL, hanno l’obiettivo di accrescere il livello di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili, e  forniscono informative basate su leggi, circolari, norme tecniche specifiche e linee guida, utili a individuare e perfezionare metodologie operative per il miglioramento delle misure di prevenzione contro i rischi professionali.

Rappresentano effettivamente un agile strumento sia per l’informazione e la formazione dei lavoratori sia per il miglioramento dell’organizzazione delle piccole e medie imprese.

L’INAIL ha recentemente pubblicato l’aggiornamento di un nuovo Quaderno tecnico “Trabattelli. Quaderni Tecnici per i cantieri temporanei o mobili” dove si ricorda innanzitutto che i trabattelli sono attrezzature provvisionali che vengono utilizzate “in molteplici attività effettuate nei cantieri temporanei o mobili quando ci sia la necessità di spostarsi rapidamente nel luogo di lavoro e si debbano eseguire attività ad altezze non elevate”.


I trabattelli, i piccoli trabattelli, la designazione e la marcatura

Quando si parla di trabattelli si fa riferimento a due tipologie di attrezzature provvisionali:

  • il trabattello: “struttura temporanea costituita da elementi prefabbricati che dispone di stabilità propria, dimensioni fissate dal progetto, quattro piedini con ruote e una o più piattaforme”;
  • il piccolo trabattello: “struttura temporanea costituita da elementi prefabbricati che dispone di stabilità propria, dimensioni fissate dal progetto, due piedini, due ruote e una o due piattaforme”.

I trabattelli vengono classificati in base alla classe di carico, classe di utilizzo, classe di altezza e classe di accesso.

La designazione di un trabattello, conforme alla UNI EN 1004-1:2021, “deve riportare le seguenti indicazioni:

  • il prodotto oggetto della norma: trabattello;
  • il riferimento alla norma: UNI EN 1004-1: 2021;
  • la classe di carico: 2 o 3;
  • l’altezza massima all’esterno/all’interno: 8/12 m;
  • le classi di accesso: A, B, C o D, nel caso di un solo tipo di accesso; oppure ABCD nel caso in cui siano forniti tutti i quattro tipi di accesso; oppure, per esempio, AXCX nel caso in cui siano forniti gli accessi di tipo A e C. In generale la X nella posizione di una lettera mancante significa che il tipo di accesso, corrispondente alla lettera mancante, non è fornito;
  • le classi di altezza: 1,85 m (H1), 1,90 m (H2)”.

Sul trabattello deve essere apposta una etichetta visibile da terra che, oltre alla designazione, deve riportare il nome del fabbricante e la dicitura ‘Leggere il manuale di istruzioni’.

La designazione di un piccolo trabattello, conforme alla UNI 11764:2019, deve invece riportare le seguenti indicazioni:

  • il prodotto oggetto della norma: piccolo trabattello;
  • il riferimento alla norma: UNI 11764:2019;
  • la portata (in kg): 150;
  • l’altezza h (in m): 2;
  • la tipologia di accesso: A, B, C o D, nel caso di un solo tipo di accesso; oppure ABCD nel caso in cui siano forniti tutti i quattro tipi di accesso; oppure, per esempio, AXCX nel caso in cui siano forniti gli accessi di tipo A e C. In generale la X nella posizione di una lettera mancante significa che il tipo di accesso, corrispondente alla lettera mancante, non è fornito;
  • la modalità di accesso; E, I, EI.

Anche sul piccolo trabattello deve essere apposta una etichetta visibile da terra con indicazioni similari a quelle viste per il trabattello.

Ogni componente del trabattello o del piccolo trabattello deve poi essere “marcato con:

  • un simbolo o una lettera per identificare il trabattello o il piccolo trabattello e il relativo fabbricante;
  • l’anno di produzione, utilizzando le ultime due cifre. In alternativa può essere utilizzato un codice per rintracciare l’anno di produzione.

In particolare la marcatura deve essere apposta in modo tale da restare visibile per tutta la vita del componente. La dimensione dei caratteri della marcatura può tenere conto della dimensione del componente.

I corsi sulla prevenzione dei rischi da caduta nei luoghi di lavoro

Servizi correlati

Corsi e percorsi per lo sviluppo d'impresa

Obiettivo dei percorsi formativi di Artser è lo  sviluppo organizzativo e...
Scopri di più

Formazione per l'apprendistato professionalizzante

Il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato che si...
Scopri di più

Formazione Rischi specifici - Aggiornamento Lavoratori

La cultura della sicurezza in azienda è un processo di formazione continua che integra...
Scopri di più

Bando Formare per Assumere 2022-2023

Regione Lombardia ha approvato la seconda edizione del  bando “Formare per...
Scopri di più

Consulenza per la sicurezza in azienda

Ti sosteniamo e troviamo le soluzioni più adeguate, con continuità nel...
Scopri di più

DVR - Documento di Valutazione dei Rischi

Il DVR , Documento di Valutazione dei Rischi  contiene i rischi e le misure preventive per...
Scopri di più

DPI - Dispositivi di Protezione Individuale

I DPI, Dispositivi di Protezione Individuale, sono tutte quelle attrezzature o...
Scopri di più

OT23 (ex OT24)

L'Inail premia con uno "sconto" denominato " oscillazione per prevenzione...
Scopri di più

Libretto formativo aziendale

Il Libretto Formativo Aziendale è il documento sul quale vengono registrate tutte le...
Scopri di più

IPE - Imprese di Provata Eccellenza

IPE: Imprese di Provata Eccellenza. Scegli la formazione di eccellenza, qualifica il...
Scopri di più

Gestione dei Fondi Interprofessionali per la Formazione finanziata

Per favorire gli investimenti nella formazione sono disponibili le...
Scopri di più

Piani formativi aziendali su misura per la tua impresa

Artser  vanta una solida e pluriennale esperienza nei servizi di formazione per le...
Scopri di più

Certificazione F-Gas e gestione Banca Dati

La certificazione F-Gas o "Patentino Frigoristi" è un documento obbligatorio ...
Scopri di più